Privacy Policy Cookie Policy

domenica 15 aprile 2018

LA PRIMA SPIA AI TEMPI DEGLI EGIZI


Per questo tuo oltraggio alla sacralità sarai punito: “Sacrilegio!! Percorrerai a nuoto il fiume Nilo e se dovessi restare in vita, sarai costretto ad accoppiarti con un pescegatto”.
Antico Egitto


Queste furono le parole che il Faraone Pirleb pronunciò a GengisAblah quando vide il progetto per la costruzione della Piramide.

GengisAblah , diventato architetto per merito della casta, anzi direi per colpa della casta,era  completamente un inetto. Non sarebbe riuscito nemmeno a costruire un vaso canopo, figuriamoci a progettare una Piramide…

Ma ahimè per il Faraone Pirleb e per gli Egizi, GengisAblah era anche una spia degli Assiri, il grande popolo mesopotamico guerriero….

La sua missione era quella di carpire i segreti di come venivano progettate e costruite le Piramidi.

Tutto nacque quando il giovine GengisAblah dovette andare in una spedizione nella zona Mesopotamica del fiume Tigri per scoprire di quale Pescato si nutriva questo popolo così forte….

Un giorno in riva al fiume incontrò una schiava Egizia venduta ad un soldato da un aristocratico della città di Tanis.

La donna era bellissima e GengisAblah se ne innamorò al primo sguardo… in realtà GengisAblah soffriva di una rara malattia al nervo ottico che faceva in modo che storpiasse la percezione di un soggetto femmina davanti a lui…. Insomma qualsiasi essere vivente donna di fronte a lui era, diciamo così, stimolante…



amori ai tempi degli Egizi

Insomma se ne innamorò talmente tanto che giurò a se stesso che l’avrebbe fatta pagare a quell’uomo  malvagio che aveva venduto quella donna … addirittura ad un popolo lontano..

Ma mai avrebbe pensato di diventare una spia… degli Assiri.

Invece un giorno mentre perlustrava il fiume Tigri ,avvertì un fruscio dietro un cespuglio… pensò subito ad un animale feroce e così dalla paura se la fece sotto….  A quel punto si accostò al fiume per lavarsi ma notò due soldati che parlavano di questa organizzazione di spie antiEgizie…. 

Allora, facendosi coraggio si avvicinò ai due…e capì che stavano reclutando uomini per creare quello che sarebbe stata la prima organizzazione di spie nella Storia…. ( che colpo di c…fortuna).

Ed eccolo GengisAblah, reclutato come prima spia al mondo, partire per l’Egitto… a compiere la sua missione….

(quale, perché, e soprattutto perché proprio lui)…Va beh, si sa la storia è costruita da episodi  e  come nel film “SLIDING DOORS” ( l’hai visto?)….. tutto dipende da un bivio…..

Quando tornò in Egitto si dedicò con ardore al suo compito…

Di notte si travestiva e seguiva le operazioni di spostamento degli uomini che costruivano le Piramidi, studiava ogni minino movimento…

E poi si buttava a capofitto nello studio dei progetti, guardava i disegni, si spremeva le meningi per capire…. ma niente  il risultato fu pessimo, anzi memorabile.




La spia GengisAblah  impiegò una trentina d’anni per carpire tutti i segreti di quelle formidabili costruzioni Egizie: le Piramidi. 

E finalmente dopo tutti quegli anni di lavoro intenso, dopo che fu diventato anche padre di 7 figli .Ed è per questo che di generazione in generazione tutte le organizzazioni di spionaggio poterono accingere alla grande professionalità della famiglia  dei Gengis (ahahahahah).

Ma arriviamo alla conclusione della storia ( finalmente penserai)….

GengisAblah avrebbe dovuto presentare il progetto e tutti gli studi appuntati al grande Capo dell’organizzazione di spionaggi Assiriano ma……

Accidentalmente lasciò tutti i progetti in vista….Di mano in mano tutte le carte arrivarono in mano del Faraone, il quale rimase assai sconvolto alla vista:
progetto di GengisAblah


La storia di GengisAblah  rimase impressa tra tutti i Faraoni che governarono l’Antico Egitto… fino ad arrivare a Cleopatra che faceva utilizzare una grandissima pietra levigata, con sopra l’immagine della Spia, ai suoi soldati per allenarsi con la lancia……



Bene….ora che conosci anche la storia  della più antica Spia esistente (altro che 007), non perderti l’articolo dove racconto le vicende di GengisAlexis, la gloriosa spia ai tempi di Troia, oppure in tempi più vicini a noi il glorioso GengiStrunz innamorato di Bonaparte.

Alla prossima Spia....
Gianluca










12 commenti:

  1. Quanto adoro queste storie nel passato: anche se ho studiato soprattutto storia contemporanea, rimango sempre affascinata dalla storia antica (soprattutto se c'è una spy story dietro!).

    RispondiElimina
  2. Grazie.... mi fa molto piacere ... allora aspetta la prossima spy-vicenda ( ahaha)

    RispondiElimina
  3. Che forte! Ovviamente ho salvato il link e riproporrò questa storia l'anno prossimo ai miei bimbi di quarta che studieranno proprio egiziani, Assisi ecc ecc! Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo gentile....grazie a te di avermi letto. Preparerò alle spy-stories����....

      Elimina
  4. Originale e interessante! Grazie di aver condiviso questa storia, visto che siamo in quarta e abbiamo appena concluso lo studio degli egizi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tante grazie a te e meno male che ci sono le insegnanti che spiegano la VERA storia ai ragazzi.... :-)

      Elimina
  5. Non ho capito se questa storia di spionaggio è vera. Perché mi sa tanto che questo Gengis tutto poteva fare tranne la spia. Credo che il suo occhio gli facesse vedere le cose tanto strane da capovolgere la piramide.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Resterà per sempre un mistero..... grazie di avermi letto... :-)

      Elimina
  6. Amo la storia, amo le le storie sulla storia! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valeria, sono contento che tu abbia apprezzato. Allora aspetta la prossima vicenda di spionaggio....

      Elimina
  7. Simpatico Gengis. A me la storia piace molto, penso non sia facile scriverci sopra in modo simpatico, complimenti!

    RispondiElimina
  8. Bellissima questa storia di spie :) vado a cercare le altre. E aspetto le nuove

    RispondiElimina