Privacy Policy Cookie Policy

domenica 24 dicembre 2017

DOLCE E GRASSO E NON MI VANTO





Non sono uno chef, non sono un cuoco. Al massimo a casa vesto il ruolo di lavapiatti.
In ogni caso,  a volte mi diverto a preparare e cucinare per i miei familiari e amici.
Principalmente dolci, ma mi diletto anche in piatti salati. Solitamente è mia abitudine dare un nome particolare e originale al piatto preparato .

L'aspetto più gratificante è assaggiare assieme agli altri commensali il risultato.......e sperare che al primo boccone non ci sia un fuggi fuggi generale.
Scherzi a parte, hanno sempre tutti apprezzato..... pure troppo  a volte...


Questa pietanza è un antipastino che ho preparato per un pranzo dell’Epifania ( credo del 6 gennaio 2007).
Anche se in quella occasione  da antipastino è diventato per qualcuno il modo ideale  per la fare la famosa  scarpetta.
Il menù è questo pubblicato nella pagina Menù questo pubblicato nella pagina Menu e in ogni articolo parlerò di un piatto .

Iniziamo presentandovi il:
DOLCE GRASSO E NON MI VANTO
(PANE CON MIELE, LARDO E NOCI).

Questo piatto è indicato soprattutto nel periodo invernale, ma se volete gustarlo anche in estate potete spargervi di ghiaccio per 3 minuti, in modo da raffreddarvi e apprezzare di più il calore del lardo e la dolcezza del miele e poter dire: “ho freddo , ho bisogno di grassi”. E mi raccomando di non indicare nessuno, per non offendere.


RICETTA

DOLCE E GRASSO E NON MI VANTO
Pane con miele, lardo e noci.

Procedimento
Acquistare il pane. E’ possibile bensì, utilizzare pane regalato. Io utilizzo solitamente pane calabrese, ma se
sei leghista va bene anche la michetta.
Se sei una apicoltore , vai nei tuoi alveari e preleva il miele…altrimenti acquistalo. Ci sono diversi tipo di miele. Io utilizzo quello di castagno (leggermene amarognolo) ma utilizza il miele che preferisci. Attenzione  se risiedi in montagna a non utilizzarne tanto … in modo da non attirare gli orsi.
Il lardo, lo trovi già affettato, ma se vuoi divertirvi con l’affettatrice o con il coltello, puoi acquistare un bel pezzo intero. Attenzione quando vai dal salumiere a non urlare al titolare subito: “pezzo di lardo”; potrebbe prenderla male.
E arriviamo alle noci. So che esistono diverse qualità. Utilizza quelle che hai a disposizione. L’importante è che prima di tritarle e di utilizzarle sopra le fette di pane, che tu abbia tolto i gusci.



Il menù sarebbe per 49 persone ma per convenienza economica  la ricetta sarà adattata per 4 persone.

Ingredienti:
4 fette di pane
Miele q.b.
4 fette di Lardo ( per esempio l’eccellente lardo di Arnad affinato in vasche di legno)
8 Noci.

Spalmare su ogni fetta di pane, miele q.b.., adagiare sopra ogni fetta uno strato di lardo  e sopra  una manciata di noci tritate.
Se sei in compagnia di altri tre commensali, mangiate una fetta ciascuno, se sei da solo mangiale tutte.

BUON APPETITO



4 commenti:

  1. Gnam mi viene fame

    RispondiElimina
  2. Ohh fantastico! Sei un grande!

    RispondiElimina
  3. E se invece del lardo uso lo speck

    RispondiElimina
  4. Che fuori che sei.....

    RispondiElimina